21.12.2021 /

Cena di Natale Tembo: una festa da raccontare

di Edoardo Di PietroInternal Social Media Manager, Tembo

La cena di Natale di Tembo è stata la prima festa aziendale della mia vita. Inizia già in modo disruptive: "Vestitevi a strati e scarpe comode", mi dico che le premesse non potrebbero essere più buone! Partono una serie di ipotesi su cosa potessimo fare per questa cena sui generis: magari avrei dovuto scalare il Monte dei Cappuccini per guadagnarmi il pasto!

Una volta arrivati sul punto di ritrovo e dopo aver finalmente visto i miei colleghi in carne e ossa, ci incamminiamo verso il locale, non sapendo quale fosse la destinazione. Arriviamo a Studio Food 33, un luogo con dei piani cottura e utensili da cucina tra i più svariati, capisco che la cena dovevamo cucinarcela noi... 

 

E c'è di più: dovevamo fare una vera e propria sfida culinaria degna di Masterchef! L'idea mi ha entusiasmato molto, compreso il fatto di mixare i vari team per formare squadre miste e per conoscerci meglio tutti, soprattutto io che, da nuova leva, non conoscevo la maggior parte dei colleghi. 

È stata un'esperienza divertente, particolare e decisamente migliore della solita pizzata. Proprio quello che mi aspettavo da Tembo e da chi ci lavora! 

La serata mi ha dato modo di conoscere, collaborare e divertirmi con i colleghi, anche quelli mai visti, e confrontarmi con quelli che erano i miei avversari. Dopo un lungo periodo di smart working e di videochiamate è stata una grande boccata d'aria quella di incontrarsi, confrontarsi e scambiare due chiacchiere con i colleghi che, fino a quel momento, almeno per me, erano solo "virtuali".

Per non farsi mancare niente ecco che arriva il regalo: apparentemente simpatico e gustoso, cela dentro di sé un tuffo nel futuro e uno stimolo ad addentarsi nel mondo Web 3.0, nella blockchain e nelle criptovalute. Si tratta infatti di una chiave di cioccolato, simbolo di accesso all'universo digitale e a tutto ciò che ci caratterizzerà negli anni a venire. "Aprendo la serratura" con questa chiave abbiamo trovato un tipo di NFT chiamato POAP creato specificatamente per l'occasione. Direi più che interessante!

Come prima cena in Tembo direi che è stato un evento da ricordare e raccontare a amici e parenti: un mix di divertimento e professionalità.