13.11.2020 /

Nasce Torino Reshoring, il progetto che "riporta a casa" le imprese

Riadattando una vecchia frase: "Non tutti i mali vengono solo per nuocere". Se vogliamo provare a guardare all’emergenza COVID facendo focus sulla metà mezza piena del bicchiere, allora possiamo dirigere il nostro sguardo verso il fenomeno del reshoring, termine tecnico per indicare l’opposto dell’offshoring, e cioè il rientro a casa delle aziende che in precedenza avevano delocalizzato in Paesi stranieri UE ed Extra-Ue: un fenomeno economico già avviato da tempo, ma che la crisi attuale ha decisamente accelerato.

Torino City Lab, polo di riferimento per aziende e startup innovative dal 2018, ha colto a pieno tale opportunità proponendo il suo nuovo progetto Torino Reshoring, che mira proprio a creare un programma di avvicinamento delle imprese italo/estere al capoluogo piemontese, aiutandole attraverso attività di facilitazione e orientamento, come la messa a disposizione di ambienti di test in area urbana, il supporto nella “Talent Acqusition” presso gli Atenei Torinesi, oppure il contatto con gli enti e istituzioni territoriali.

Torino Reshoring è un progetto nato nel mese di marzo, nel pieno del primo lockdown, ed è significativo che sia stato presentato proprio all’inizio di una seconda chiusura: dimostra l’impegno della Città di Torino e dei Torino City Lab ad essere pronti a ripartire una volta usciti dall'emergenza - spiega Marco Pironti, Assessore all'Innovazione della Città di Torino e conclude - È davvero un grande stimolo per noi provare a cogliere la domanda e l’interesse da parte di aziende estere molto innovative che fanno della ricerca e sviluppo nel campo delle tecnologie emergenti il loro focus.

In quanto partner di comunicazione sin dagli albori di Torino City Lab, Tembo ha curato per Torino Reshoring il design del logo, anche nella sua versione animata, il key visual di comunicazione, la pagina web del progetto, oltre a tutti i materiali stampa e di presentazione.

Il logo realizzato per Torino Reshoring sintetizza in un unico segno grafico semplice e immediatamente comprensibile il ‘cuore’ del progetto Reshoring, ossia il ritorno/rientro delle aziende dall’estero a Torino - racconta Alessandro Scali, Direttore Creativo Tembo - Abbiamo lavorato sulla prima lettera del termine Reshoring, modificandola in modo da rendere visivamente l’idea del ritorno, grazie a una freccia che simboleggia una sorta di inversione a U; inoltre nella parte in basso a sinistra si può leggere anche la lettera T identificativa della città di Torino.

I premi ricevuti nei mesi scorsi dimostrano ancora una volta il valore di una collaborazione, quella tra Tembo e l’Assessorato all’Innovazione del capoluogo piemontese, ormai consolidata, e che punta dritta verso nuove sfide future: siamo fieri di essere partner di una realtà efficace e di successo come Torino City Lab e siamo quanto più orgogliosi di aver messo le nostre forze creative al servizio del nuovo progetto Torino Reshoring, ulteriore importante stimolo per la città  e per le sue istituzioni - aggiunge Michele Cornetto, Founder & CEO Tembo.